lunedì 14 agosto 2017

Povertà di oggi

La povertà più profonda è l'incapacità di gioia, il tedio della vita considerata assurda e contraddittoria. Questa povertà è oggi molto diffusa, in forme ben diverse sia nelle società materialmente ricche sia anche nei paesi poveri. L'incapacità di gioia suppone e produce l'incapacità di amare, produce l'invidia, l'avarizia - tutti i vizi che devastano la vita dei singoli e il mondo. (Card. Ratzinger 12/10/2000)

1 commento:

VOLONTARIATO VUOL DIRE FIDUCIA!

(dal Blog Forumsolidarietà - Parma) Presentati i risultati della ricerca che lega l’impegno volontario a fiducia e collaborazione C...